Sogno Mundial

Storia sociale della Coppa del Mondo di calcio da Uruguay '30 a Brasile 2014

Fabrizio Prisco

“Sogno Mundial” non è una raccolta di tabellini o statistiche, è un romanzo popolare nel quale la storia del calcio e della competizione più importante viene raccontata attraverso la cronaca dei match più belli, i commenti dei giornalisti dell’epoca, gli intrighi e i retroscena, gli intrecci tra calcio, tattica, politica, costume, cinema e letteratura, gli aneddoti, i record e le curiosità. È la storia della genesi e delle imprese dei campioni più affermati che prima di essere eroi del football sono innanzitutto uomini con pregi e difetti, virtù e debolezze. Uomini che con le loro prodezze ancora oggi fanno scaldare il cuore. È la storia di un goleador monco, di un’ala dalle gambe storte e di un ct con il cappello d’alpino capace di vincere tutto con la maglia azzurra, del “Maracanazo” e del “Mineirazo” vissuti in Brasile a 64 anni di distanza come una tragedia nazionale, delle vittorie miracolose della Germania nel 1954 e nel 1974 e delle sconfitte di due squadre capolavoro come l’Ungheria di Puskas e l’Olanda di Cruijff. È la storia di un cane che nel 1966 in Inghilterra salvò la Coppa Rimet e di un piccolo genio riccioluto che nel 1986 in Messico vinse quasi da solo la Coppa FIFA, della partita del secolo del 1970 tra Italia e Germania, dell’impresa spagnola del 1982 dell’armata di Bearzot contro tutto e tutti e di tanto altro ancora. È una storia sociale perché i vincitori e i vinti di questa splendida manifestazione fanno parte ormai di ognuno di noi. E hanno vissuto come noi i cambiamenti e l’evoluzione della società attraverso le guerre, le dittature e il progresso scientifico e tecnologico.

Il volume si apre con le presentazioni del prof. Giuseppe Foscari, docente di Storia dell'Europa presso l'Università degli Studi di Salerno, e di Antonio Giordano, giornalista del “Corriere dello Sport”.

ISBN: 9788895435152

Anno: 2014

Genere: Storia dello sport

Pagine: 310

€ 12.00