Figure dell'immaginario

Mutazioni del cinema, dall'analogico al digitale

Gino Frezza

Dedicato a diversi autori, attori, figure e tipologie dell’immaginario filmico (Freud e Huston, Brecht, Fritz Lang e Orson Welles, Buńuel e il surrealismo, Max Ophűls e Claude Chabrol, il disegno e il film d’animazione dall’era analogica a quella digitale, il gioco raccontato in un vario repertorio di film, Indiana Jones, Eduardo e Peppino, gli attori italiani della commedia, le Dive italiane tra passato e presente, il cinema napoletano, lo schiaffo nei film e nelle serie tv, la crisi del cinema italiano negli ultimi trent’anni) il volume di Frezza (professore ordinario di Sociologia dei processi culturali presso l'Università di Salerno)  esplora momenti e occasioni – tanto significative ma spesso scarsamente considerate nella bibliografia degli studi esistenti – della composita e complessa mutazione che il cinema – medium audiovisivo per eccellenza – ha vissuto nel lungo e nel medio periodo (dagli anni cinquanta all’era digitale).

Il volume è il primo della collana "The Searchers" | ‪‎Media‬ ‪Comunicazione‬ ‪Societá‬ |

ISBN: 9788898660247

Anno: 2015

Genere: Media, comunicazione, società

Pagine: 300

Volume

€ 20.00

Volume

€ 20.00